Documento 43286 di 58223

Istituto: ARCHIVIO DI STATO DI SONDRIO [vol. IV, pag. 245]

Lungomallero Cadorna, 28 (cod. post. 23100); tel. e fax 0342/514551.
Consistenza totale: bb., regg., fascc. e voll. 22.510; ff. di mappa 10.097; pergg. 1.828.
Biblioteca: voll. 2.284, opuscoli 349, periodici 86.

La voce è stata curata da Giuseppe Scaramini, con la collaborazione di Gabriella Bertazzini e Franco Palazzi Trivelli.

SOMMARIO
Introduzione249
I
Restaurazione"
Preture"
II
Prefettura250
Ufficio distrettuale delle imposte dirette di Sondrio"
Tesoreria provinciale"
Ufficio di leva di Sondrio"
Distretto militare di Sondrio"
Preture"
Tribunale di Sondrio"
Corte di Assise di Sondrio"
II
Archivi notarili251
Catasti255
Opere pie, istituzioni di assistenza e beneficenza, ospedali256
Enti ecclesiastici"
Archivi di famiglie e di persone257
Archivi diversi259
Raccolte e miscellanee"
Indice dei fondi262

Istituito come sezione di Archivio di Stato con d.m. 3 ott. 1946, l'AS Sondrio divenne tale in virtù del d.p.r. 30 sett. 1963, n. 1409. Ha sinora ricevuto, per carenza di personale e soprattutto di spazio, solamente una parte del materiale documentario che per legge deve esservi versato. I versamenti futuri dovranno interessare l'archivio della prefettura, di cui si possiedono per ora solo poche buste, e quelli di tutti gli altri uffici statali che hanno avuto o hanno sede nell'attuale provincia di Sondrio.
Quest'ultima - succeduta a quella di Valtellina del regno lombardo-veneto, che a sua volta aveva la stessa estensione territoriale del dipartimento dell'Adda, creato con decreto napoleonico 8 giugno 1805 - comprende l'antica giurisdizione di Teglio (da cui il nome della valle) e i tre terzieri della Valtellina propriamente detta, formatisi durante il periodo visconteo, nonché i territori della contea di Chiavenna e della cosiddetta contea di Bormio, i cui archivi sono in buona parte conservati in quelle località; queste divisioni amministrative persistettero sotto il dominio delle tre leghe (ora cantone dei Grigioni), iniziato nel 1512 e durato, con un'interruzione dal 1620 al 1639, fino al 1797, anno in cui il territorio fu unito alla repubblica cisalpina.
L'AS Sondrio non conserva fondi organici prodotti dalle magistrature degli antichi regimi e del periodo napoleonico; documentazione dei secc. XVI-XVIII, relativa al periodo grigione e proveniente dagli archivi di valle, di terziere e di squadra, si trova però in Raccolte e miscellanee, Manoscritti della biblioteca civica Pio Rajna e Romegialli, pp. 259-261.


BIBL. Notizie 1876 pp. 86-87; Archivi 1952, p. 370.
Sezione di Archivio di Stato di Sondrio: nuova istituzione, in NAS, VIII (1948), p. 60; P. GIANNONE I fondi documentari dell'Archivio di Stato di Sondrio, in Bollettino della Società storica valtellinese, IX (1955), pp. 143-145; G. P. SCARLATA L'Archivio di Stato di Sondrio ed altre fonti storiche della provincia, Sondrio 1968 [guida e per buona parte anche inventario sommario dei fondi dell'AS Sondrio, anche se talvolta discorda nei dati da quelli riscontrati di recente]; L. VALSECCHI PONTIGGIA Bibliografia della Valtellina e della Valchiavenna (fino a tutto il 1977) Sondrio 1981, pp. 311-313.

INDICE DEI FONDI
Archivi di famiglie e di persone, 257-259: Bassi; Bianchi Angelantonio; Delfini; Donegani di
Monte Stelvio; Falcinelli, vedi anche Raccolte e miscellanee, Manoscritti della biblioteca
civica Pio Rajna; Lucini-Juvalta; Ninatti; Parravicini, vedi anche Lucini-Juvalta;
Sertoli; Visconti Venosta, vedi anche Guida, I, ACS; Zecca.
Archivi diversi, 259: Ente nazionale assistenza orfani lavoratori italiani.
Archivi notarili, 251-255: Atti dei notai, 251-255; Pergamene notarili, 255.
Catasti, 255-256: Catasto delle comunità, 255; Catasto lombardo-veneto, 255-256; Estimo
grigione, 255.
Corte di assise di Sondrio, 250.
Distretto militare di Sondrio, 250.
Ente nazionale assistenza orfani lavoratori italiani, vedi Archivi diversi.
Enti ecclesiastici, 256: Santuario della Madonna di Tirano.
Opere pie, istituzioni di assistenza e beneficenza, ospedali, 256: Ente comunale di assistenza
di Sondrio; Ospedale civile di Sondrio.
Prefettura, 250.
Preture (I, restaurazione), 249-250: Chiavenna, Sondrio.
Preture (II), 250: Chiavenna, Sondrio.
Raccolte e miscellanee, 259-261: Manoscritti della biblioteca civica Pio Rajna, 259-260; Miscellanea
di piccoli doni e acquisti, 260; Pergamene, 260; Pergamene di Grosotto, 260;
Pollavini, 260; Quadrio, 260; Romegialli, 261.
Tesoreria provinciale, 250.
Tribunale di Sondrio, 250.
Ufficio di leva di Sondrio, 250.

+-PrecedenteSuccessivoStruttura gerarchica-+